Innamorarsi della Musica classica con Beatrice Venezi

Assegnate le borse di studio per giovani musicisti

Un percorso iniziato lo scorso agosto, fortemente voluto dal presidente Paolo Tacchi, Presidente del Rotary Club Montecarlo Piana di Lucca, quello che si è concluso mercoledì 10 giugno durate una conviviale (via zoom a causa delle restrizioni in atto) con la premiazione del Concorso rivolto a giovani musicisti “Innamorarsi della Musica Classica”: presidente di Giuria e mentore della Borsa di Studio Beatrice Venezi, talentuosa direttrice d’Orchestra che collegata in streaming, insieme al presidente e al Club, ha assegnato la Borsa di Studio di 5000 euro a Ruggiero Fiorella, pianista; ma grazie alla generosità di ulteriori contributori fra i quali anche 500 euro da un donatore anonimo della provincia di Lecco che ha appreso dell’iniziativa del Club dai social, è stato possibile assegnare un ulteriore premio pari a 1250 euro che è andato al giovanissimo trombettista camaiorese Samuele Ceragioli.

“E’ importante a nostro parere dare una mano a chi sta intraprendendo la difficile strada dell’approfondimento musicale, pensando magari ad una futura carriera nel settore – afferma Paolo Tacchi, presidente del Rotary Club Montecarlo Piana di Lucca che ha promosso l’iniziativa. Abbiamo iniziato presentando il premio ad inizio settembre con una bella serata in riva al mare e un Padrino d’eccezione, Andrea Bocelli: poi è stata la grande disponibilità di Beatrice Venezi e darci una grande visibilità che ci ha permesso di promuovere il premio a livello regionale.” Tacchi è soddisfatto del risultato raggiunto, si rammarica solo di dover rimandare l’incontro con i giovani musicisti e soprattutto con le loro performances: “Ci avrebbe fatto piacere incontrarci e ascoltarli, ma oggi era più importane assegnare le borse di studio anche per dare ai vincitori la possibilità di programmare i prossimi mesi in base anche a questa disponibilità. Quando la situazione sanitaria sarà più tranquilla non mancheremo di organizzare un incontro tutto dedicato all’ascolto” Durante la riunione in streaming Beatrice Venezi ha ribadito (come già affermat all’interno del bando) la propria disponibilità ad un tutoraggio ‘personalizzato’, sottolineando anche l’ importanza di iniziative come questa in un momento così difficile per l’arte e gli artisti.